Storia

Intorno alla metà del XIII° secolo, il Comune di Siena decise di allargare la propria cinta muraria in modo da inglobare alcuni quartieri che si erano fortemente popolati.

In pochi conoscono la storia dell’Ordine di Sant’Antonio da Vienne nato in Francia ma soprattutto in molti ignorano che fu presente anche a Siena.

Castiglion del Bosco, che fu uno dei tanti castelli della repubblica senese, oggi si trova nel Comune di Montalcino e fu fondato dai Cacciaconti sul finire del XII secolo.

Si narra di un mercante senese che per poco non divenne re di Francia e, pur non riuscendo a salire sul trono, passò alla storia come Re Giannino.

Si narra di un mercante senese che per poco non divenne re di Francia e, pur non riuscendo a salire sul trono, passò alla storia come Re Giannino.

Tra i numerosissimi reati commessi dai senesi nei secoli XVI e XVII, spiccano per numero quelli riconducibili al fenomeno del furto e quello della prostituzione. Quest’ultima, fu spesso permessa, regolata e normata nel corso dei secoli, dalle istituzioni cittadine, ma finì poi per essere definitivamente bandita anche se, mai eliminata.

Tra tutte le malattie che colpirono nell’antichità il genere umano, la peste fu senz’altro una delle più sconvolgenti, almeno per quel che riguarda Siena ed il suo territorio.

Da secoli i cavallucci, insieme ai panpepati, costituiscono i dolci tradizionali di Siena. La ricetta degli odierni cavallucci è infatti assai simile (anche se oggi lo zucchero ha sostituito in parte il miele) a quella antica dei “bericuocoli”.