"NOI - frammenti di siena", la nostra rivista cartacea con personaggi, storie e approfondimenti della nostra città, è in edicola.

#noiconvoi

 

Sovana è nella lista dei borghi più belli d'Italia patrocinata dall'Associazione Nazionale Comuni Italiani.
Suana era un centro etrusco, che dalla conquista di Vulci in poi subì un graduale processo di romanizzazione, culminato con la creazione del municipio con la concessione della cittadinanza romana agli italici.
Nel V secolo è già documentata come sede vescovile. L'attuale centro storico si sviluppò nel corso del Medioevo nelle vicinanze della preesistente necropoli etrusca, sotto il controllo della famiglia Aldobrandeschi, che vi fece edificare un castello intorno all'anno mille. In epoca medievale divenne anche libero comune e diede i natali a Ildebrando di Sovana (1015-1085) divenuto in seguito papa Gregorio VII; fu anche capitale dell'omonima contea. Alla fine del XIII secolo venne ereditata dagli Orsini seguendo il medesimo destino di Sorano e Pitigliano fino al XV secolo, epoca in cui il centro venne conquistato dai senesi.
Nella foto la cattedrale di San Pietro, risalente al secolo XI e fatta costruire da Gregorio VII su un preesistente edificio del VI secolo; la struttura è rimasta pressoché invariata, fatta eccezione per il rifacimento della facciata nel XIV secolo e alcuni lavori di ristrutturazione in epoche successive.
La contrazione del numero di abitanti, a seguito anche delle pestilenze seicentesche, ha fatto decadere Sovana da città con sede vescovile a semplice borgo, ma ha mantenuto pressoché inalterata la struttura medievale, come la stessa cattedrale indica magnificamente!

Foto di Vera Marcolini