Ciao, sono Desirée, mamma francese e babbo toscano. Sono nata a Nizza ma, a soli 3 anni, i miei si sono trasferiti in un bellissimo casale alle porte di Siena. La cucina è sempre stata una mia grande passione ma, a causa del mio lavoro, non ho mai potuto cucinare così spesso.

Essendo da oltre due mesi in casa, senza poter lavorare e incontrare parenti e amici, ho trovato il modo di ingannare il tempo riscoprendomi una cuoca provetta anche se quello che mi è capitato di cucinare è sempre stato davvero molto semplice.
Vi proporrò, in collaborazione con NOI, una ricetta facile ogni volta che mi va!

TORTA DI MELE MORBIDA
La torta di mele mi ricorda l’infanzia e questa ricetta, tramandata da generazioni ma che ho aggiustato secondo il mio gusto, risulterà morbidissima, adatta per colazione o per una merenda. La sua morbidezza, golosità e genuinità conquisterà grandi e piccoli.


Ingredienti

  • 80 gr. di burro
  • 160 gr. di farina tipo 2
  • 120. gr di zucchero grezzo
  • 2 uova
  • 100 gr. di latte
  • Mezzo limone grattugiato
  • Un pizzico di sale
  • Una bustina di lievito per dolci
  • 4 mele (stayman o renette)

Preparazione

  • Sbattere bene, fino a che il composto non sarà spumoso, uova, zucchero e burro (a temperatura ambiente o ammmordibito in un pentolino)
  • Aggiungere la farina e un pizzico di sale
  • Una volta amalgamato aggiungere il latte e il limone
  • Quando il compito sarà omogeneo aggiungere il lievito
  • Tritare finemente due mele e aggiungerle all’impasto mescolando bene con un cucchiaio
  • Versare l’impasto, che deve risultare morbido, in una teglia con carta forno
  • Adagiare sopra l’impasto le mele tagliate a fettine
  • Spolverare l’impasto con zucchero preferibilmente grezzo (ha i granelli più grossi e formerà una specie di crosticina)
  • Cuocere a 160° per 40 minuti in forno ventilato preriscaldato

Suggerimenti

  • In genere uso la farina di grano tenero tipo 2, detta anche semintegrale, perché ha un maggiore quantitativo di componenti fibrose e germe del seme rispetto alle precedenti, quindi presenta ottime caratteristiche nutrizionali rispetto al tipo 00 ma è più facile da lavorare rispetto alla farina integrale
  • Uso lo zucchero di barbabietola o canna grezzo perché è meno raffinato e “più salutare” (si può dire più salutare dello zucchero?!). Può essere usato anche lo zucchero bianco con l’accortezza di usarne 100 gr. e non 120 gr. perché ha più potere dolcificante
  • Il latte può essere sostituito con quello di soia in pari quantità
  • Se non avete la certezza che i limoni siano biologici e non trattati in superficie, può essere usato il succo invece che la buccia
  • Le mele che vengono messe sopra l’impasto possono essere sottili se preferite che cuociano del tutto oppure più spesse se invece gradite che la mela rimanga più croccante
  • Per chi gradisce la cannella una bella spolverata quando la torta si è raffreddata la può far diventare ancora più golosa
  • Se volete invece di utilizzare la carta forno potete imburrare la teglia e spolverarla di farina, preferisco meno questa variante perché, cottura ultimata, la torta risulterà più untuosa
  • Se non avete il forno ventilato usate lo statico per 5 minuti in più o almeno finché la torta avrà preso un colore ambrato
  • Se la torta vi piace più bassa potete usare una teglia da 22 cm altrimenti se la preferite più alta potete usare una taglia di diametro minore.

Buon appetito!

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.